What Is Balancer (BAL)? Ethereum DeFi's Latest Governance Token Explained

Updated on: November 25th, 2020
This content has been Fact-Checked.
What Is Balancer (BAL)? Ethereum DeFi's Latest Governance Token Explained

Nel marzo 2020, l'ecosistema finanziario decentralizzato di Ethereum ha ottenuto il suo ultimo giocatore: Balancer.

Il fatto è che non era completamente decentrato al lancio: come altri protocolli «DeFi» in fase iniziale, la direzione di Balancer era in gran parte determinata da un'azienda. In questo caso, è stato Balancer Labs, che ha raccolto $3 milioni in un seed round nel marzo 2020.

Questo non vuol dire che le intenzioni dell'avvio fossero cattive. È solo che al momento, gli indirizzi Ethereum che utilizzano il protocollo non erano in grado di affermare il cambiamento sul protocollo.

Se Balancer lavorava in un modo che non gli piaceva, erano sfortunati. Inserisci il token Balancer, che commercia nel mercato cripto sotto il ticker «BAL».

BAL, ne parleremo più tardi.

In primo luogo, una breve ripartizione di Balancer il protocollo.

Balancer: un protocollo basato su Ethereum Automated Market Maker

Balancer è un protocollo finanziario decentralizzato basato su Ethereum che consente il mercato automatico.

Più in generale, un market maker tradizionale/fornitore di liquidità acquista e vende strumenti finanziari, fornendo liquidità a un mercato e sfruttando lo spread tra i prezzi di offerta e ask. Così, un market maker automatico (AMM) è un «agente di mercato che è controllato da algoritmi che definiscono le regole per le negoziazioni».

Combinando Ethereum con AMM, le risorse in un mercato, l'algoritmo che controlla quel mercato e la capacità di creare un mercato, diventano decentralizzati.

Balancer non è il primo protocollo DeFi a supportare la produzione automatica del mercato: esistono piattaforme come Uniswap e Curve.

Ciò che rende Balancer unico è che il protocollo supporta fino a otto asset per mercato (la ponderazione delle risorse supportate è arbitraria), insieme alle commissioni di trading personalizzate stabilite dal creatore del pool. Le differenze tra Uniswap e Balancer Labs possono essere viste sotto nella tabella da Token Terminal.

Uniswap contro Balancer Labs. Fonte: Token Terminal.

Gli utenti possono quindi utilizzare i pool in due modi:

Fornire liquidità: gli utenti possono depositare le attività supportate in pool, fornendo liquidità agli utenti del pool. Coloro che depositano attività possono guadagnare una commissione, anche se a causa della volatilità e di altri fattori, ci sono casi in cui i fornitori di liquidità possono perdere parte delle loro attività.

Trading: gli utenti possono scambiare token in modo decentrato attraverso pool, con il sistema di routing degli ordini intelligente di Balancer che garantisce lo scambio di criptovaluta a basse commissioni e a velocità rapide.

A differenza degli scambi centralizzati come Coinbase e Binance, che utilizzano i libri ordini per ricavare i prezzi, il prezzo dei token in un pool si basa sulla loro deviazione dalla loro ponderazione impostata.

Esempio di pool di bilanciamento con cinque risorse: token di attenzione di base, REP di Augur, DAI, Ethereum avvolto e ZRX di 0x

Balancer Labs ritiene che questo sistema di approvvigionamento di liquidità abbia la capacità di creare un effetto di rete «volano» con conseguente aumento della liquidità, dei trader, delle commissioni e dei profitti per i LP.

A causa dei parametri flessibili di Balancer, i pool possono fare molto di più che fornire uno spazio per i titolari di cripto per scambiare le loro risorse.

Balancer Labs ha rilasciato schemi di pool, ad esempio uno per i pool di Bootstrapping Liquidity o uno per i pool che tentano di eliminare il rischio che LP perdano le proprie risorse.

Che cos'è BAL?

Come accennato in precedenza, BAL è il token di governance nativa di Balancer. Il team dietro il protocollo DeFi considera questo come un passo necessario per «decentrare e diversificare la governance».

«Crediamo che i token BAL siano il veicolo per guidare l'allineamento e la partecipazione al protocollo. I token BAL non sono un investimento; i titolari di token BAL dovrebbero essere persone che si interfacciano con il protocollo in qualche modo, si impegnano per il suo sviluppo futuro e vogliono un posto al tavolo della governance.»

I titolari di BAL saranno in grado di «aiutare a guidare il protocollo al suo massimo potenziale». Balancer nomi specificamente distribuire il protocollo su blockchain diversi da Ethereum, implementando soluzioni di livello due, introducendo commissioni a livello di protocollo per generare entrate, e più come esempi di azioni titolari BAL possono fare.

Attualmente non esiste una struttura di governance formale, anche se, al momento del lancio, Balancer potrebbe essere simile a quella di altri protocolli. Altri protocolli DeFi hanno la seguente struttura di governance:

Gli utenti identificano un problema durante l'utilizzo del protocollo e condividono le osservazioni online.

Gli utenti restringono i modi migliori per risolvere il problema tramite forum pubblici.

Gli utenti creano e presentano una specifica tecnica di una soluzione al problema.

E' presentata alla comunita', poi votata.

Se la proposta ottiene la maggioranza dei voti e/o raggiunge una certa soglia, essa viene attuata.

Blockgeeks aggiornerà questa guida man mano che vengono rilasciate ulteriori informazioni sul sistema di governance.

Come si ottiene la Crypto?

La fornitura totale di BAL sarà alla fine 100 milioni di monete.

Così com'è, la fornitura della criptovaluta è più vicina a 35 milioni e mezzo di monete. L'attuale ripartizione di questo è la seguente:

25 milioni sono per gli stakeholder di Balancer Labs: il team fondatore, quelli che posseggono stock option (es. futuri dipendenti, dipendenti attuali che guadagnano il privilegio), consulenti e investitori. 2,5 milioni dei 25 milioni sono assegnati per agire come stock option.

5 milioni vanno al Balancer Ecosystem Fund, che sarà distribuito per «attirare e incentivare i partner strategici che aiuteranno l'ecosistema di Balancer a crescere e prosperare». La direzione di questo fondo sarà controllata dai titolari di BAL.

5 milioni vanno al Fondo di raccolta fondi, che darà a Balancer Labs più passerella in futuro per sostenere «operazioni e crescita».

Il ~500.000 è il BAL generato da «liquidity mining» come scritto di questo articolo.

Nel mese di giugno, Balancer ha attivato «liquidity mining», che distribuirà i 65 milioni di monete non menzionate sopra. Ogni settimana 145.000 BAL, pari a circa 7,5 milioni all'anno, vengono distribuiti attraverso questo processo. A questo ritmo, ci vorranno circa nove anni per distribuire completamente l'altcoin.

Guadagnare la criptovaluta è semplice come fornire liquidità a un pool, quindi ricevere premi pagati ogni settimana. L'estrazione di liquidità è attualmente abilitata per tutti i pool, a condizione che un «prezzo USD può essere estratto da CoinGecko per almeno 2 token presenti nei loro pool di liquidità».

L'attuale modello di ricompensa in atto incentiva i creatori di pool a mantenere basse le commissioni di transazione, il che dovrebbe attrarre più liquidità e autorizzare gli LP a richiedere più BAL.

Il modo in cui viene distribuito BAL è soggetto a modifiche, a seconda della direzione che i detentori della cripto vogliono prendere il protocollo Balancer. Come ha scritto la società:

«Quanta di queste sarà effettivamente distribuita — in quale calendario, secondo quali regole — è in ultima analisi una decisione che deve essere presa dai titolari di BAL. La governance può decidere di accelerare la distribuzione del BAL se i governatori lo riterranno opportuno.»

L'altcoin può anche essere ottenuto attraverso scambi crittografici. BAL è attualmente supportato dai pool di Balancer, dai pool Uniswap e dagli scambi centralizzati come FTX, Poloniex e Bibox.

L'elefante nella stanza: il $500.000 Hack di un pool di Balancer

Balancer e il suo rispettivo altcoin possono avere meriti, ma vale la pena affrontare l'elefante nella stanza: il recente hack di un pool di Balancer.

Per coloro che hanno perso il promemoria, un breve riassunto.

Il 28 giugno, la voce cominciò a diffondersi online che un hack finanziario decentralizzato aveva avuto luogo. Steven Zhang, un ricercatore di risorse crittografiche che lavora per The Block, ha suggerito che si trattasse di un trucco di un pool di Balancer.

«A quanto pare qualcuno ha drenato una piscina Balancer fatta di WETH e STA e ha fatto franca con $500k valore di WETH,» Zheng ha scritto, diventando uno dei primi a diffondere notizie di questo via Twitter.

Zhang ha citato dichiarazioni condivise tramite Telegram e Discord dagli amministratori di Statera e Mike McDonald, il CTO di Balancer Labs. Le affermazioni suggeriscono che almeno un pool di liquidità è stato «per lo più» drenato, ma altri ne sono stati colpiti.

Dopo che la polvere si è stabilizzata ore dopo, i dettagli e l'estensione dell'hack di Balancer sono stati confermati dopo che gli analisti hanno rotto i dati blockchain di Ethereum.

Gli operatori dell'aggregatore di scambio decentralizzato da 1 pollice hanno rivelato che più di $500.000 di Wrapped Ethereum, Statera (STA), Synthetix, Wrapped Bitcoin e Chainlink, e altri altcoin sono stati rubati durante l'attacco.

1inch anche elaborato sulla complessità dell'attacco, che in realtà ha colpito due pool di Balancer.

Ad un livello elevato, questo è quello che è successo:

A causa del decentramento di Balancer, chiunque può creare un pool per qualsiasi asset crittografico/con qualsiasi parametro.

Gli utenti di Ethereum hanno creato pool per la tassa di trasferimento/token deflazionistici, che bruciano una parte delle monete inviate nelle transazioni. Lo hanno fatto nonostante gli avvertimenti da parte di Balancer Labs sui rischi di token deflazionistici nei pool.

Un attaccante ha ottenuto una grande somma di Ethereum avvolto attraverso DyDX, ha usato quelle monete per scambiare WETH e STA avanti e indietro. A causa del modello deflazionistico, il saldo STA della piscina ha raggiunto un WeIsta (un miliardesimo di moneta).

A causa di come funzionano i pool, quello WeIsta stava negoziando ad un prezzo estremamente elevato rispetto ad altri token nel pool. La criptovaluta è stata quindi utilizzata per drenare facilmente gli altri token nel pool.

Ripetere la procedura per il secondo pool, che conteneva la risorsa crittografica basata su Ethereum chiamata STONK.

1inch ha classificato l'attaccante come un «ingegnere di contratto intelligente molto sofisticato con una vasta conoscenza e comprensione dei principali protocolli DeFi» a causa della complessità dell'attacco. A partire dalla stesura di questo articolo, l'attaccante è ancora in generale a causa del loro uso di un mixer token Ethereum.

Anche Balancer Labs ha risposto, confermando ciò che è avvenuto.

È stato annunciato che i token delle commissioni di trasferimento in lista nera di Balancer Labs come STA, hanno iniziato a lavorare su «aggiungere più documentazione intorno ai rischi» di pool e «token pericolosi» e ha avviato un terzo audit di sicurezza pianificato.

In un secondo aggiornamento pubblicato un giorno dopo l'attacco, il CEO di Balancer Labs Fernando Martinelli ha rivelato ulteriori informazioni sui prossimi passi di Balancer.

Insieme all'aumento delle dimensioni del programma di bug bounty di Balancer, Martinelli ha rivelato che il team intende «rimborsare completamente» tutti gli LP interessati dall'hack crittografico.

Questo non è stato presentato come un precedente per la società per rimborsare perdite future, ma perché il team ha ritenuto che «avrebbe potuto e avrebbe dovuto fare meglio» per evitare questa situazione.

Questa dichiarazione è stata fatta in riferimento a un bug bounty report di Hex Capital ottenuto da Balancer Labs il 6 maggio.

Il rapporto ha delineato l'attacco che si è appena verificato, ma la squadra non ha intenzione di agire direttamente su di esso a causa della «enorme quantità di fondi» e gas coinvolti.

Quindi, l'intento di rimborsare le risorse crittografiche rubate nell'attacco.

In quell'annuncio, non sono state annunciate intenzioni di inseguire l'aggressore. Ciò può essere dovuto al fatto che non vi è alcun precedente legale per andare dietro qualcuno che ha sfruttato un exploit per drenare un contratto intelligente pubblico, senza permesso e resistente alla censura.

Parte di una tendenza DeFi più ampia

Il lancio di BAL fa parte di una più ampia tendenza di protocolli che tentano di raggiungere il vero decentramento lanciando asset crittografici di governance.

Poche settimane dopo che Balancer Labs ha annunciato la sua intenzione di distribuire BAL a giugno, il protocollo sul mercato monetario Compound ha seguito l'esempio con COMP. Come BAL, COMP è un token che consente ai suoi titolari di influenzare la direzione dell'applicazione basata su Ethereum attraverso un framework di governance.

Il 30 giugno, Curve (Curve.fi) ha annunciato il lancio di Curve DAO e il token di governance CRV.

Questo argomento, insieme ad altri protocolli e monete DeFi, sarà trattato in successive disaggregazioni.

Like what you read? Give us one like or share it to your friends and get +16

79
Hungry for knowledge?
New guides and courses each week
Looking to invest?
Market data, analysis, and reports
Just curious?
A community of blockchain experts to help

Get started today

Already have an account? Sign In